Vai al contenuto
Home » La struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri: i Settori e le Sezioni

La struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri: i Settori e le Sezioni

In questo articolo trovi le informazioni principali in merito all’attuale struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri. Questo argomento è di importanza fondamentale, sia per superare l’Esame di Stato (le Commissioni molto spesso fanno domande legate all’organizzazione dell’Albo), sia per la vita professionale.

Iniziamo!

Riferimenti normativi

Di seguito i riferimenti normativi principali per quanto riguarda la struttura attuale dell’Albo professionale degli Ingegneri (in ordine temporale):

  • D.M.270/04Modifiche al regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei, approvato con decreto del Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509;
  • D.P.R. 328/2001Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove per l’esercizio di talune professioni, nonché della disciplina dei relativi ordinamenti;
  • D.M. 509/99 – Regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli atenei;

L’attuale struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri secondo il D.P.R 328/2001

Il D.P.R. 328/2001:

  • Modifica e integra l’ordinamento di alcune professioni, tra cui quella di Ingegnere;
  • Modifica l’Esame di Stato per gli Ingegneri;
  • Istituisce due Sezioni negli Albi professionali degli Ingegneri:
    • Sezione A: possono iscriversi a questa Sezione, dopo aver superato il relativo Esame di Stato, gli Ingegneri che hanno conseguito una Laurea quinquennale vecchio ordinamento, una Laurea specialistica di II livello di cui al D.M. 509/99 o una delle Lauree magistrali di cui al D.M. 270/04;
    • Sezione B: possono iscriversi a questa Sezione, dopo aver superato il relativo Esame di Stato, oltre che gli Ingegneri in possesso dei titoli per la Sezione A, gli Ingegneri che hanno conseguito uno dei Diplomi Universitari triennali vecchio ordinamento, una Laurea di primo livello di cui al D.M. 509/99 o una delle Lauree Triennali di cui al  D.M. 270/04. Gli Ingegneri iscritti alla Sezione B devono posporre al titolo la dicitura “iunior”; hanno competenze ridotte.
  • Istituisce tre Settori di competenza, corrispondenti a circoscritte attività professionali. Il professionista iscritto ad uno specifico Settore, non può esercitare le competenze di natura riservata attribuite agli iscritti ad altri Settori; è comunque possibile iscriversi a più Settori, se in possesso di un titolo di studio che permette di accedere all’Esame di Stato per quel determinato Settore. I tre settori sono:
    • Civile e Ambientale;
    • Industriale;
    • Dell’Informazione.

Di seguito una tabella riepilogativa della struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri. Ogni iscritto appartiene ad una Sezione e ad un Settore. L’Albo è quindi diviso in sei gruppi, che nascono dalla combinazione di Sezione e Settore.

Struttura dell’Albo professionale degli Ingegneri in termini di Sezioni e Settori

L’iscrizione all’Albo è un diritto di chiunque superi l’Esame di Stato per la professione di Ingegnere.

Ti invito a restare su questo sito per ulteriori approfondimenti, e a condividere con me domande, proposte, idee per sviluppare i futuri articoli di questo blog.

A presto, futuro Ingegnere!

Scrivici ora un’email con le tue domande in merito all’Esame di Stato: le più frequenti saranno la base per i prossimi articoli del blog, o per paragrafi di guide di preparazione all’Esame che verranno pubblicate al più presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *